相片集

Photographer's Note

Also from the park of Villa Annoni, which is the seat of the municipal administration, a morning view from the lake. The mornings are still very cold, but it hasn't rained or snowed for 2 months.
The unmistakable sign of the majesty of the villa is certainly the immense park, of 230,000m, built in a romantic style with English features, which still stands out today as the second largest enclosed park in Lombardy after that of the Royal Villa of Monza.
The villa has a covered area that exceeds 4000 square meters, including stables, stables and service rooms. You enter it through a large gate, in the courtyard of honor there is a beautiful fountain. The frontispiece of the building is enriched by Laveno granite columns like the access staircase. Inside, frescoes painted in 1809 by the painters Lavelli and Cambiasi decorate the ground floor.
In the large garden there are native, European, American, African and Asian trees, which have come together to revive the vintage taste of the exotic. Among the most significant trees we mention: the Japanese maple, the yew, the English oak and the cedar of Lebanon of which there is a historical example planted in 1809 at the beginning of the construction of the park of the villa, which stands with its 24 meters high. and 5 wide, inscribed in the list of monumental trees.
The paths, dirt roads, lead through unique scenarios that open "telescope" to the visitor, such as a pond with delicate white water lilies or the immense meadows or even the large vineyard that still extends over part of the garden surface. One of the most evocative environments (where the perspective eye from the villa flows into) is certainly the small temple with columns, open, with a vaulted ceiling frescoed with illusory trompe l'oeil, dedicated to the Annoni family, under which there is a bust of Alessandro Annoni , created by the Ravenna sculptor Cesare Monti and dating back to 1827. The bust is located at the southern end of the park on an artificial hill in a dominant position and therefore visible from a long distance between the foliage, near the long and mighty brick wall.

Sempre dal parco di Villa Annoni, che la sede dell'amministrazione comunale, una vista mattutina dal laghetto. Le mattine sono ancora molto fredde, ma non piove o nevica da 2 mesi.
Segno inconfondibile della maestosit della villa certamente l'immenso parco, di 230.000m, realizzato in stile romantico con tratti all'inglese, che ancora oggi come si distingue come il secondo parco recintato pi grande della Lombardia dopo quello della Villa Reale di Monza.
La villa ha una superficie coperta che supera i 4000 metri quadri, comprese stalle, scuderie e locali di servizio. Vi si entra da una grande cancellata, nel cortile d'onore c' una bella fontana. Il frontespizio della costruzione arricchito da colonne di granito di Laveno come la scala d'accesso. All'interno, affreschi eseguiti nel 1809 dai pittori Lavelli e Cambiasi decorano il pianterreno.
Nel grande giardino trovano spazio arboree autoctone, europee, americane, africane ed asiatiche, giunte per ravvivare il gusto d'epoca dell'esotico. Tra gli alberi pi significativi citiamo: l'acero giapponese, il tasso, la quercia farnia ed il cedro del Libano di cui esiste un esemplare storico piantato nel 1809 all'inizio della costruzione del parco della villa, che svetta coi suoi 24 metri di altezza e 5 di larghezza, iscritto nell'elenco degli alberi monumentali.
I viali, sterrati, conducono attraverso scenari singolari che si aprono "a cannocchiale" al visitatore, come un laghetto con delicate ninfee bianche o gli immensi prati o ancora il grande vigneto che ancora si estende su parte della superficie del giardino. Uno degli ambienti pi suggestivi (in cui confluisce l'occhio prospettico dalla villa) sicuramente il tempietto a colonne, aperto, con volta affrescata a trompe l'oeil illusori, dedicato alla famiglia Annoni, sotto il quale si trova un busto di Alessandro Annoni, realizzato dallo scultore ravennate Cesare Monti e risalente al 1827. Il busto situato all'estremit meridionale del parco su una collina artificiale in posizione dominante e perci visibile da lunga distanza tra le fronde, presso la lunga e possente muraglia in mattoni.

Photo Information
Viewed: 0
Points: 48
Discussions
  • None
Additional Photos by Luciano Gollini (lousat) Gold Star Critiquer/Gold Star Workshop Editor/Gold Note Writer [C: 17668 W: 140 N: 29044] (139332)
View More Pictures
explore TREKEARTH